Seminario Hadoshiatsu La diagnosi energetica del Campo: Teorie, Tecniche e Strategie

La diagnosi energetica del Campo: Teorie, Tecniche e Strategie

Pubblicato il
image_pdfimage_print

La diagnosi energetica del Campo:

Teorie, Tecniche e Strategie

Hadoshiatsu (Hado) Master

con Patrizia Stefanini

CF: Hadoshiatsu – Seminario

La pratica professionale dello shiatsu richiede un sistema di riferimento coerente e completo in tutti le sue componenti: teoria, diagnosi e tecniche di trattamento. È  fondamentale che queste componenti siano integrate le une con le altre, cioè che esista tra loro una relazione diretta, in modo da poter sviluppare nella fase di trattamento il progetto costruito in base ai dati racconti nella fase di Shin.

Molto spesso però questo non avviene, perché è piuttosto comune che un operatore sviluppi capacità in alcune componenti e non in altre. La conseguenza potrebbe essere la frustrazione in fase di trattamento, causata dal non riuscire ad incontrare le informazioni ricevute in fase di valutazione o, viceversa, è quasi noiosa e troppo schematica la raccolta dati iniziale che porta ad un progetto di trattamento “sempre più o meno lo stesso”.

Molti sono così alla fine indotti a “aggiungere” alla propria proposta di shiatsu, tecniche e sistemi “altri”, o ad indirizzare i propri Uke a “specialisti” di medicina allopatica. In questo seminario, che si ispira allo stile dell’Hadoshiatsu®, verranno presentati in dettaglio gli aspetti diagnostici originali di questo sistema, che permettono una progettualità ricca e dinamica del trattamento.

All’esposizione della teoria e della terminologia di riferimento, si affiancherà una pratica mirata per essere sempre più efficace in fase di Shin. Verranno messi a fuoco diversi protocolli di intervento, adeguati a situazioni svariate.

In coppie e piccoli gruppi  si potrà sperimentare e sviluppare una percezione in grado di applicare parametri quali: il grado di coerenza del sistema, il monitoraggio del campo di Uke, la qualità della risonanza. Allineamento e sensi integrati sono alla base di questo sviluppo. Arriveremo ad una riflessione significativa rispetto al nostro ruolo di Tori e a come svilupparlo attraverso adeguate pratiche personali.

Con consapevolezza, umiltà e cuore sereno. Si apre con questo una trilogia di appuntamenti che vuole sostenere la possibilità di fare “solo shiatsu” in modo completo, esaustivo, efficace. Una via dello shiatsu basata su uno sviluppo personale. A questo seguirà un secondo appuntamento per sviluppare in modo analogo la fase di trattamento. Infine un terzo appuntamento sarà incentrato su teoria, linguaggio e terminologia utili per comprendere la propria percezione ed essere in grado si parlare ai propri Uke, a sostegno del benessere del proprio Uke.

PATRIZIA STEFANINI è nata a Cremona e vive da molti anni in Toscana. Si è laureata con lode in Fisica presso l’Università di Pavia nel 1982, ha quindi preso parte al dottorato di ricerca in Fisica Sanitaria presso l’Università di Milano. Ha iniziato a studiare shiatsu nel 1983.  Suoi Maestri e Guide sono stati dapprima W. Ohashi ma soprattutto Pauline Sasaki, che ha seguito per oltre un decennio.

Negli anni più recenti, ha avuto un forte impatto sulla sua crescita l’incontro e la collaborazione con il team internazionale di scienziati dell’I.I.B. (Istituto Internazionale di Biofisica), di Neuss, in Germania, dove si sviluppavano ed applicavano  alcuni appassionanti aspetti della Fisica quantistica moderna.

Questi frequenti “salti” fra scienza  e medicina energetica, nella sua accezione espressa dalla tradizione medica orientale, caratterizzano la sua vita professionale di questi ultimi anni.  Alla sua attività di insegnante nelle sue scuole di Firenze e Milano alterna conferenze e seminari in Italia, Europa e negli USA.